Corsi

Questo corso di quattro giorni è un eccezionale punto di partenza per comprendere l’utilizzo della terapia manuale e dell’esercizio terapeutico nei principali disturbi muscolo scheletrici. I principali quadri clinici, i principi della terapia manuale, la scelta delle tecniche, il modello carico-capacità di carico e il razionale per l’esercizio terapeutico saranno esaustivamente spiegati. Il partecipante sarà guidato nello svolgimento della valutazione funzionale cosi da permettergli la scelta clinica più indicata al quadro di presentazione patologica. Questo permetterà un’espansione delle competenze riabilitative per il ragionamento clinico evidence based.

In questo corso di 2 giorni sarà presentato il modello di classificazione bio-psico-sociale per la valutazione ed il trattamento del mal di schiena cronico. All’interno di questo approccio verrà presentato un tipo di gestione definito “Cognitive Functional Therapy” (CFT) per il mal di schiena cronico che rappresenta un modello di gestione di problemi complessi tramite un approccio integrato cognitivo e comportamentale dello stile di vita.

Questo corso è il ritratto della conoscenza attuale che unisce il continuo lavoro clinico di Peter O’Sullivan e della sua pionieristica ricerca portata avanti in tutto il mondo (Australia, Belgio, Norvegia e Irlanda) volta ad indagare la classificazione e la gestione dei problemi cronici di mal di schiena.

Il corso è organizzato secondo una struttura dinamica, interattiva, e pratica. Include dimostrazioni su pazienti, ragionamento clinico e sviluppo dell’equipe riabilitativa nella diagnosi e nel disegno di interventi specifici di CFT.

Il corso è organizzato appositamente per percorrere l’intero processo di riabilitazione dal momento dell’infortunio al ritorno alla prestazione e oltre.
NON è concepito come un ricettario. Questo corso mira a migliorare il processo decisionale clinico in tutte le fasi del percorso di riabilitazione. Useremo esempi del mondo reale dalla nostra pratica clinica e prove scientificamente validate per aiutarti a sviluppare un ragionamento clinico da esperto da applicare a tutti i tuoi pazienti con lesioni del LCA, compresi i casi più complicati.
NON sarà la “morte” su PowerPoint. Ci saranno parti pratiche utilizzate per costruire sulla base teorica del corso e parti pratiche per l’applicazione dei concetti di forza e condizionamento. Questo corso è progettato per chiunque tratti le lesioni del LCA e desideri migliorare i risultati dei propri pazienti dal giorno successivo in clinica.

Questo corso sull’anca è volutamente accessibile a tutti gli operatori sanitari che desiderano sviluppare la propria comprensione e le proprie competenze quando si tratta di valutazione e trattamento dell’anca e delle problematiche dell’inguine. La regione dell’anca può essere un’area piuttosto scoraggiante da affrontare, specialmente quando ci si è appena qualificati o anche se non si ha avuto tanta esperienza con questi pazienti. Lo scopo di questo corso è di liberarsi completamente di quell’ansia. Il corso ti aiuterà a sviluppare le tue capacità di ragionamento clinico per valutare e trattare questi pazienti ma, cosa più importante, migliorerà anche la tua capacità di consolidare la tua valutazione soggettiva.
Inoltre, il corso includerà casi di studio reali ed esercizi di riabilitazione che potranno essere applicati da tutti i partecipanti nelle loro cliniche quotidiane già dal giorno successivo.

Questo corso di due giorni copre le basi che sottendono lo sviluppo di forza e potenza. Inoltre un’attenta analisi tecnica volta a valutare le asimmetrie degli arti inferiori (in termini di forza e potenza) e la meccanica dello stretch-shortening cycle, così come le implicazioni per la performance, saranno esaustivamente spiegate. Il partecipante sarà guidato al superamento delle difficoltà nella prescrizione dell’esercizio e dell’allenamento secondo le più aggiornate ricerche scientifiche. Questo permetterà un’espansione delle competenze riabilitative per assicurare il più efficiente ritorno alla piena performance.

Il Concetto Maitland® si basa su una valutazione dettagliata dei disturbi neuro-muscolo-scheletrici; il processo della valutazione continua permette all’operatore di avere sempre il controllo sul risultato delle tecniche applicate.
Oltre alle articolazioni e alle fasce muscolari, il Concetto Maitland® dà importanza a tutti gli aspetti che riguardano la funzionalità del sistema nervoso periferico e centrale.
Queste considerazioni basate sulle più attuali conoscenze neurobiologiche e neurodinamiche inserite in un modello biopsicosociale rendono questa metodica uno dei concetti più all’avanguardia.

Questa giornata formativa fornirà le conoscenze e le competenze essenziali riguardo le
disfunzioni del pavimento pelvico negli atleti. L’obiettivo principale è quello di ampliare la
propria formazione in ambito muscoloscheletrico/sportivo integrandola con le più
aggiornate acquisizioni scientifiche riguardo il pavimento pelvico per una più consapevole
e aggiornata presa in carico dell’atleta.

I disordini temporomandibolari e le cefalee rappresentano disturbi multifattoriali particolarmente invalidanti. La loro natura multifattoriale richiede un approccio interdisciplinare in cui il fisioterapista riveste un ruolo fondamentale nella gestione di tutti quegli aspetti muscoloscheletrici e psicosociali che possono essere all’origine o partecipare ai sintomi riportati dal paziente. Diverse ricerche hanno dimostrato l’efficacia di programmi terapeutici basati su terapia manuale, esercizio terapeutico ed educazione del paziente nella gestione di questi quadri clinici. Questo corso, partendo dalle più recenti evidenze scientifiche, vuole proporre un approccio immediato ed efficace basato su criteri di classificazione internazionale, e in grado di indirizzare il professionista al miglior inquadramento e trattamento del paziente.

Questo corso fornisce un approfondimento sulle scienze che si occupano di dolore ed in particolare di dolore cronico, rivolgendosi ad un pubblico che abbia già delle basi riguardo l’argomento. Partendo dalla teoria dei meccanismi neurofisiologici che regolano il dolore, arriveremo all’utilizzo di strategie terapeutiche per comprendere e trattare i pazienti attraverso una acquisizione pratica di tecniche, comunicative e non, con le quali interfacciarsi alle varie situazioni: dai pazienti con dolore acuto fino a contesti più complessi come la fibromialgia.

Il corso ha l’obiettivo principale di far acquisire tecniche e strumenti pratici per creare una relazione efficace tra professionista e paziente. Ovvero la capacità di utilizzare strategie comunicative e relazionali che ottimizzino le aspettative del paziente, ma anche la compliance e quindi i risultati del trattamento stesso. Si intende raggiungere questo obiettivo attraverso una video analisi accurata di una prima visita tipo e di una qualsiasi visita successiva, associando all’intervento della psicoterapeuta, delle sessioni teoriche e pratiche tenute da fisioterapisti OMPT dello staff di Hdemy.

Volete sapere come gestire e trattare atleti e runner? Se state cercando come migliorare le vostre capacità e come attirare nuovi clienti/pazienti, siete arrivati alla conclusione della vostra ricerca! Il corso “Nuovi orientamenti nella prevenzione e gestione degli infortuni del runner” è stato pensato appositamente per voi! Un corso che ha già girato tutti e cinque i continenti rivoluzionando la mentalità di moltissimi professionisti. Dalla valutazione al trattamento, passando attraverso l’analisi biomeccanica e la classificazione e prescrizione delle scarpe, senza dimenticare i principi della pianificazione dell’allenamento.

Una formazione pratica di 2 giorni, complementare al nostro corso 1.0, presenta concetti evidence-based sulla gestione del carico nei runner, compreso il rinforzo muscolare, la propriocezione e il controllo motorio degli arti inferiori.
La formazione 1.0 è un prerequisito essenziale per partecipare
Saranno presentati oltre 100 esercizi terapeutici frutto delle più recenti ricerche, molte strategie pratiche e molteplici nuove idee per gestire al meglio i tuoi pazienti runner.

Questo corso pratico di un giorno, complementare al corso “1.0 Nuovi orientamenti nella prevenzione degli infortuni associati alla corsa” e’ tenuto in coppia da un podologo/podiatra e da un fisioterapista. Con lo scopo di indagare e conoscere al meglio la gestione specifica del piede di un atleta, questo corso è strutturato su solide basi scientifiche e continue interazioni. Imparerai a padroneggiare le migliori e più recenti pratiche per ottimizzare la valutazione, la gestione e la prevenzione di oltre 60 patologie del piede, sul campo cosi’ come in ambulatorio. Gli scambi interdisciplinari animeranno questo corso: gestione e la cura del piede del runner, scelta e miglioramento di alcune caratteristiche delle scarpe in funzione delle patologie, uso appropriato e ragionato dei plantari,…
La formazione 1.0 è un prerequisito essenziale per partecipare

Il corso affronterà la teoria, la valutazione e la programmazione di interventi efficaci per lo sviluppo di accelerazione, agilità e velocità.

Nello svolgimento della prima giornata verranno analizzate le diverse componenti che determinano un’ottimale performance delle stesse, così come una progressione sequenziale per il loro miglioramento.

Il secondo giorno si incentrerà invece sullo sviluppo della capacità aerobica. Verranno analizzate e approfondite componenti chiave quali la Repeated Sprint Ability (RSA), la Maximal Aerobic Speed (MAS) e verrà spiegato con dimostrazioni e larghe sessioni pratiche come implementare tali abilità.

La programmazione di interventi, tra cui l’High Intensity Interval Training (HIIT), saranno di conseguenza implementati in un programma esaustivo in accordo con la valutazione effettuata dal professionista.

In questo corso di 2 giorni sarà presentato il modello di classificazione bio-psico-sociale per la valutazione ed il trattamento del mal di schiena cronico. All’interno di questo approccio verrà presentato un tipo di gestione definito “Cognitive Functional Therapy” (CFT) per il mal di schiena cronico che rappresenta un modello di gestione di problemi complessi tramite un approccio integrato cognitivo e comportamentale dello stile di vita.

Questo corso è il ritratto della conoscenza attuale che unisce il continuo lavoro clinico di Peter O’Sullivan e della sua pionieristica ricerca portata avanti in tutto il mondo (Australia, Belgio, Norvegia e Irlanda) volta ad indagare la classificazione e la gestione dei problemi cronici di mal di schiena.

Il corso è organizzato secondo una struttura dinamica, interattiva, e pratica. Include dimostrazioni su pazienti, ragionamento clinico e sviluppo dell’equipe riabilitativa nella diagnosi e nel disegno di interventi specifici di CFT.

Il corso è organizzato appositamente per percorrere l’intero processo di riabilitazione dal momento dell’infortunio al ritorno alla prestazione e oltre.
NON è concepito come un ricettario. Questo corso mira a migliorare il processo decisionale clinico in tutte le fasi del percorso di riabilitazione. Useremo esempi del mondo reale dalla nostra pratica clinica e prove scientificamente validate per aiutarti a sviluppare un ragionamento clinico da esperto da applicare a tutti i tuoi pazienti con lesioni del LCA, compresi i casi più complicati.
NON sarà la “morte” su PowerPoint. Ci saranno parti pratiche utilizzate per costruire sulla base teorica del corso e parti pratiche per l’applicazione dei concetti di forza e condizionamento. Questo corso è progettato per chiunque tratti le lesioni del LCA e desideri migliorare i risultati dei propri pazienti dal giorno successivo in clinica.

Questo corso sull’anca è volutamente accessibile a tutti gli operatori sanitari che desiderano sviluppare la propria comprensione e le proprie competenze quando si tratta di valutazione e trattamento dell’anca e delle problematiche dell’inguine. La regione dell’anca può essere un’area piuttosto scoraggiante da affrontare, specialmente quando ci si è appena qualificati o anche se non si ha avuto tanta esperienza con questi pazienti. Lo scopo di questo corso è di liberarsi completamente di quell’ansia. Il corso ti aiuterà a sviluppare le tue capacità di ragionamento clinico per valutare e trattare questi pazienti ma, cosa più importante, migliorerà anche la tua capacità di consolidare la tua valutazione soggettiva.
Inoltre, il corso includerà casi di studio reali ed esercizi di riabilitazione che potranno essere applicati da tutti i partecipanti nelle loro cliniche quotidiane già dal giorno successivo.

Il Concetto Maitland® si basa su una valutazione dettagliata dei disturbi neuro-muscolo-scheletrici; il processo della valutazione continua permette all’operatore di avere sempre il controllo sul risultato delle tecniche applicate.
Oltre alle articolazioni e alle fasce muscolari, il Concetto Maitland® dà importanza a tutti gli aspetti che riguardano la funzionalità del sistema nervoso periferico e centrale.
Queste considerazioni basate sulle più attuali conoscenze neurobiologiche e neurodinamiche inserite in un modello biopsicosociale rendono questa metodica uno dei concetti più all’avanguardia.

Questa giornata formativa fornirà le conoscenze e le competenze essenziali riguardo le
disfunzioni del pavimento pelvico negli atleti. L’obiettivo principale è quello di ampliare la
propria formazione in ambito muscoloscheletrico/sportivo integrandola con le più
aggiornate acquisizioni scientifiche riguardo il pavimento pelvico per una più consapevole
e aggiornata presa in carico dell’atleta.

I disordini temporomandibolari e le cefalee rappresentano disturbi multifattoriali particolarmente invalidanti. La loro natura multifattoriale richiede un approccio interdisciplinare in cui il fisioterapista riveste un ruolo fondamentale nella gestione di tutti quegli aspetti muscoloscheletrici e psicosociali che possono essere all’origine o partecipare ai sintomi riportati dal paziente. Diverse ricerche hanno dimostrato l’efficacia di programmi terapeutici basati su terapia manuale, esercizio terapeutico ed educazione del paziente nella gestione di questi quadri clinici. Questo corso, partendo dalle più recenti evidenze scientifiche, vuole proporre un approccio immediato ed efficace basato su criteri di classificazione internazionale, e in grado di indirizzare il professionista al miglior inquadramento e trattamento del paziente.

Questo corso fornisce un approfondimento sulle scienze che si occupano di dolore ed in particolare di dolore cronico, rivolgendosi ad un pubblico che abbia già delle basi riguardo l’argomento. Partendo dalla teoria dei meccanismi neurofisiologici che regolano il dolore, arriveremo all’utilizzo di strategie terapeutiche per comprendere e trattare i pazienti attraverso una acquisizione pratica di tecniche, comunicative e non, con le quali interfacciarsi alle varie situazioni: dai pazienti con dolore acuto fino a contesti più complessi come la fibromialgia.

Il corso ha l’obiettivo principale di far acquisire tecniche e strumenti pratici per creare una relazione efficace tra professionista e paziente. Ovvero la capacità di utilizzare strategie comunicative e relazionali che ottimizzino le aspettative del paziente, ma anche la compliance e quindi i risultati del trattamento stesso. Si intende raggiungere questo obiettivo attraverso una video analisi accurata di una prima visita tipo e di una qualsiasi visita successiva, associando all’intervento della psicoterapeuta, delle sessioni teoriche e pratiche tenute da fisioterapisti OMPT dello staff di Hdemy.

Il corso affronterà la teoria, la valutazione e la programmazione di interventi efficaci per lo sviluppo di accelerazione, agilità e velocità.

Nello svolgimento della prima giornata verranno analizzate le diverse componenti che determinano un’ottimale performance delle stesse, così come una progressione sequenziale per il loro miglioramento.

Il secondo giorno si incentrerà invece sullo sviluppo della capacità aerobica. Verranno analizzate e approfondite componenti chiave quali la Repeated Sprint Ability (RSA), la Maximal Aerobic Speed (MAS) e verrà spiegato con dimostrazioni e larghe sessioni pratiche come implementare tali abilità.

La programmazione di interventi, tra cui l’High Intensity Interval Training (HIIT), saranno di conseguenza implementati in un programma esaustivo in accordo con la valutazione effettuata dal professionista.

Il corso è organizzato appositamente per percorrere l’intero processo di riabilitazione dal momento dell’infortunio al ritorno alla prestazione e oltre.
NON è concepito come un ricettario. Questo corso mira a migliorare il processo decisionale clinico in tutte le fasi del percorso di riabilitazione. Useremo esempi del mondo reale dalla nostra pratica clinica e prove scientificamente validate per aiutarti a sviluppare un ragionamento clinico da esperto da applicare a tutti i tuoi pazienti con lesioni del LCA, compresi i casi più complicati.
NON sarà la “morte” su PowerPoint. Ci saranno parti pratiche utilizzate per costruire sulla base teorica del corso e parti pratiche per l’applicazione dei concetti di forza e condizionamento. Questo corso è progettato per chiunque tratti le lesioni del LCA e desideri migliorare i risultati dei propri pazienti dal giorno successivo in clinica.

Questo corso sull’anca è volutamente accessibile a tutti gli operatori sanitari che desiderano sviluppare la propria comprensione e le proprie competenze quando si tratta di valutazione e trattamento dell’anca e delle problematiche dell’inguine. La regione dell’anca può essere un’area piuttosto scoraggiante da affrontare, specialmente quando ci si è appena qualificati o anche se non si ha avuto tanta esperienza con questi pazienti. Lo scopo di questo corso è di liberarsi completamente di quell’ansia. Il corso ti aiuterà a sviluppare le tue capacità di ragionamento clinico per valutare e trattare questi pazienti ma, cosa più importante, migliorerà anche la tua capacità di consolidare la tua valutazione soggettiva.
Inoltre, il corso includerà casi di studio reali ed esercizi di riabilitazione che potranno essere applicati da tutti i partecipanti nelle loro cliniche quotidiane già dal giorno successivo.

Questo corso di due giorni copre le basi che sottendono lo sviluppo di forza e potenza. Inoltre un’attenta analisi tecnica volta a valutare le asimmetrie degli arti inferiori (in termini di forza e potenza) e la meccanica dello stretch-shortening cycle, così come le implicazioni per la performance, saranno esaustivamente spiegate. Il partecipante sarà guidato al superamento delle difficoltà nella prescrizione dell’esercizio e dell’allenamento secondo le più aggiornate ricerche scientifiche. Questo permetterà un’espansione delle competenze riabilitative per assicurare il più efficiente ritorno alla piena performance.

Volete sapere come gestire e trattare atleti e runner? Se state cercando come migliorare le vostre capacità e come attirare nuovi clienti/pazienti, siete arrivati alla conclusione della vostra ricerca! Il corso “Nuovi orientamenti nella prevenzione e gestione degli infortuni del runner” è stato pensato appositamente per voi! Un corso che ha già girato tutti e cinque i continenti rivoluzionando la mentalità di moltissimi professionisti. Dalla valutazione al trattamento, passando attraverso l’analisi biomeccanica e la classificazione e prescrizione delle scarpe, senza dimenticare i principi della pianificazione dell’allenamento.

Una formazione pratica di 2 giorni, complementare al nostro corso 1.0, presenta concetti evidence-based sulla gestione del carico nei runner, compreso il rinforzo muscolare, la propriocezione e il controllo motorio degli arti inferiori.
La formazione 1.0 è un prerequisito essenziale per partecipare
Saranno presentati oltre 100 esercizi terapeutici frutto delle più recenti ricerche, molte strategie pratiche e molteplici nuove idee per gestire al meglio i tuoi pazienti runner.

Questo corso pratico di un giorno, complementare al corso “1.0 Nuovi orientamenti nella prevenzione degli infortuni associati alla corsa” e’ tenuto in coppia da un podologo/podiatra e da un fisioterapista. Con lo scopo di indagare e conoscere al meglio la gestione specifica del piede di un atleta, questo corso è strutturato su solide basi scientifiche e continue interazioni. Imparerai a padroneggiare le migliori e più recenti pratiche per ottimizzare la valutazione, la gestione e la prevenzione di oltre 60 patologie del piede, sul campo cosi’ come in ambulatorio. Gli scambi interdisciplinari animeranno questo corso: gestione e la cura del piede del runner, scelta e miglioramento di alcune caratteristiche delle scarpe in funzione delle patologie, uso appropriato e ragionato dei plantari,…
La formazione 1.0 è un prerequisito essenziale per partecipare

Il corso affronterà la teoria, la valutazione e la programmazione di interventi efficaci per lo sviluppo di accelerazione, agilità e velocità.

Nello svolgimento della prima giornata verranno analizzate le diverse componenti che determinano un’ottimale performance delle stesse, così come una progressione sequenziale per il loro miglioramento.

Il secondo giorno si incentrerà invece sullo sviluppo della capacità aerobica. Verranno analizzate e approfondite componenti chiave quali la Repeated Sprint Ability (RSA), la Maximal Aerobic Speed (MAS) e verrà spiegato con dimostrazioni e larghe sessioni pratiche come implementare tali abilità.

La programmazione di interventi, tra cui l’High Intensity Interval Training (HIIT), saranno di conseguenza implementati in un programma esaustivo in accordo con la valutazione effettuata dal professionista.

Questo corso di quattro giorni è un eccezionale punto di partenza per comprendere l’utilizzo della terapia manuale e dell’esercizio terapeutico nei principali disturbi muscolo scheletrici. I principali quadri clinici, i principi della terapia manuale, la scelta delle tecniche, il modello carico-capacità di carico e il razionale per l’esercizio terapeutico saranno esaustivamente spiegati. Il partecipante sarà guidato nello svolgimento della valutazione funzionale cosi da permettergli la scelta clinica più indicata al quadro di presentazione patologica. Questo permetterà un’espansione delle competenze riabilitative per il ragionamento clinico evidence based.

In questo corso di 2 giorni sarà presentato il modello di classificazione bio-psico-sociale per la valutazione ed il trattamento del mal di schiena cronico. All’interno di questo approccio verrà presentato un tipo di gestione definito “Cognitive Functional Therapy” (CFT) per il mal di schiena cronico che rappresenta un modello di gestione di problemi complessi tramite un approccio integrato cognitivo e comportamentale dello stile di vita.

Questo corso è il ritratto della conoscenza attuale che unisce il continuo lavoro clinico di Peter O’Sullivan e della sua pionieristica ricerca portata avanti in tutto il mondo (Australia, Belgio, Norvegia e Irlanda) volta ad indagare la classificazione e la gestione dei problemi cronici di mal di schiena.

Il corso è organizzato secondo una struttura dinamica, interattiva, e pratica. Include dimostrazioni su pazienti, ragionamento clinico e sviluppo dell’equipe riabilitativa nella diagnosi e nel disegno di interventi specifici di CFT.

Il corso è organizzato appositamente per percorrere l’intero processo di riabilitazione dal momento dell’infortunio al ritorno alla prestazione e oltre.
NON è concepito come un ricettario. Questo corso mira a migliorare il processo decisionale clinico in tutte le fasi del percorso di riabilitazione. Useremo esempi del mondo reale dalla nostra pratica clinica e prove scientificamente validate per aiutarti a sviluppare un ragionamento clinico da esperto da applicare a tutti i tuoi pazienti con lesioni del LCA, compresi i casi più complicati.
NON sarà la “morte” su PowerPoint. Ci saranno parti pratiche utilizzate per costruire sulla base teorica del corso e parti pratiche per l’applicazione dei concetti di forza e condizionamento. Questo corso è progettato per chiunque tratti le lesioni del LCA e desideri migliorare i risultati dei propri pazienti dal giorno successivo in clinica.

Questo corso sull’anca è volutamente accessibile a tutti gli operatori sanitari che desiderano sviluppare la propria comprensione e le proprie competenze quando si tratta di valutazione e trattamento dell’anca e delle problematiche dell’inguine. La regione dell’anca può essere un’area piuttosto scoraggiante da affrontare, specialmente quando ci si è appena qualificati o anche se non si ha avuto tanta esperienza con questi pazienti. Lo scopo di questo corso è di liberarsi completamente di quell’ansia. Il corso ti aiuterà a sviluppare le tue capacità di ragionamento clinico per valutare e trattare questi pazienti ma, cosa più importante, migliorerà anche la tua capacità di consolidare la tua valutazione soggettiva.
Inoltre, il corso includerà casi di studio reali ed esercizi di riabilitazione che potranno essere applicati da tutti i partecipanti nelle loro cliniche quotidiane già dal giorno successivo.

Questo corso di due giorni copre le basi che sottendono lo sviluppo di forza e potenza. Inoltre un’attenta analisi tecnica volta a valutare le asimmetrie degli arti inferiori (in termini di forza e potenza) e la meccanica dello stretch-shortening cycle, così come le implicazioni per la performance, saranno esaustivamente spiegate. Il partecipante sarà guidato al superamento delle difficoltà nella prescrizione dell’esercizio e dell’allenamento secondo le più aggiornate ricerche scientifiche. Questo permetterà un’espansione delle competenze riabilitative per assicurare il più efficiente ritorno alla piena performance.

Il Concetto Maitland® si basa su una valutazione dettagliata dei disturbi neuro-muscolo-scheletrici; il processo della valutazione continua permette all’operatore di avere sempre il controllo sul risultato delle tecniche applicate.
Oltre alle articolazioni e alle fasce muscolari, il Concetto Maitland® dà importanza a tutti gli aspetti che riguardano la funzionalità del sistema nervoso periferico e centrale.
Queste considerazioni basate sulle più attuali conoscenze neurobiologiche e neurodinamiche inserite in un modello biopsicosociale rendono questa metodica uno dei concetti più all’avanguardia.

Questa giornata formativa fornirà le conoscenze e le competenze essenziali riguardo le
disfunzioni del pavimento pelvico negli atleti. L’obiettivo principale è quello di ampliare la
propria formazione in ambito muscoloscheletrico/sportivo integrandola con le più
aggiornate acquisizioni scientifiche riguardo il pavimento pelvico per una più consapevole
e aggiornata presa in carico dell’atleta.

I disordini temporomandibolari e le cefalee rappresentano disturbi multifattoriali particolarmente invalidanti. La loro natura multifattoriale richiede un approccio interdisciplinare in cui il fisioterapista riveste un ruolo fondamentale nella gestione di tutti quegli aspetti muscoloscheletrici e psicosociali che possono essere all’origine o partecipare ai sintomi riportati dal paziente. Diverse ricerche hanno dimostrato l’efficacia di programmi terapeutici basati su terapia manuale, esercizio terapeutico ed educazione del paziente nella gestione di questi quadri clinici. Questo corso, partendo dalle più recenti evidenze scientifiche, vuole proporre un approccio immediato ed efficace basato su criteri di classificazione internazionale, e in grado di indirizzare il professionista al miglior inquadramento e trattamento del paziente.

Questo corso fornisce un approfondimento sulle scienze che si occupano di dolore ed in particolare di dolore cronico, rivolgendosi ad un pubblico che abbia già delle basi riguardo l’argomento. Partendo dalla teoria dei meccanismi neurofisiologici che regolano il dolore, arriveremo all’utilizzo di strategie terapeutiche per comprendere e trattare i pazienti attraverso una acquisizione pratica di tecniche, comunicative e non, con le quali interfacciarsi alle varie situazioni: dai pazienti con dolore acuto fino a contesti più complessi come la fibromialgia.

Il corso ha l’obiettivo principale di far acquisire tecniche e strumenti pratici per creare una relazione efficace tra professionista e paziente. Ovvero la capacità di utilizzare strategie comunicative e relazionali che ottimizzino le aspettative del paziente, ma anche la compliance e quindi i risultati del trattamento stesso. Si intende raggiungere questo obiettivo attraverso una video analisi accurata di una prima visita tipo e di una qualsiasi visita successiva, associando all’intervento della psicoterapeuta, delle sessioni teoriche e pratiche tenute da fisioterapisti OMPT dello staff di Hdemy.

Volete sapere come gestire e trattare atleti e runner? Se state cercando come migliorare le vostre capacità e come attirare nuovi clienti/pazienti, siete arrivati alla conclusione della vostra ricerca! Il corso “Nuovi orientamenti nella prevenzione e gestione degli infortuni del runner” è stato pensato appositamente per voi! Un corso che ha già girato tutti e cinque i continenti rivoluzionando la mentalità di moltissimi professionisti. Dalla valutazione al trattamento, passando attraverso l’analisi biomeccanica e la classificazione e prescrizione delle scarpe, senza dimenticare i principi della pianificazione dell’allenamento.

Una formazione pratica di 2 giorni, complementare al nostro corso 1.0, presenta concetti evidence-based sulla gestione del carico nei runner, compreso il rinforzo muscolare, la propriocezione e il controllo motorio degli arti inferiori.
La formazione 1.0 è un prerequisito essenziale per partecipare
Saranno presentati oltre 100 esercizi terapeutici frutto delle più recenti ricerche, molte strategie pratiche e molteplici nuove idee per gestire al meglio i tuoi pazienti runner.

Questo corso pratico di un giorno, complementare al corso “1.0 Nuovi orientamenti nella prevenzione degli infortuni associati alla corsa” e’ tenuto in coppia da un podologo/podiatra e da un fisioterapista. Con lo scopo di indagare e conoscere al meglio la gestione specifica del piede di un atleta, questo corso è strutturato su solide basi scientifiche e continue interazioni. Imparerai a padroneggiare le migliori e più recenti pratiche per ottimizzare la valutazione, la gestione e la prevenzione di oltre 60 patologie del piede, sul campo cosi’ come in ambulatorio. Gli scambi interdisciplinari animeranno questo corso: gestione e la cura del piede del runner, scelta e miglioramento di alcune caratteristiche delle scarpe in funzione delle patologie, uso appropriato e ragionato dei plantari,…
La formazione 1.0 è un prerequisito essenziale per partecipare

Il corso affronterà la teoria, la valutazione e la programmazione di interventi efficaci per lo sviluppo di accelerazione, agilità e velocità.

Nello svolgimento della prima giornata verranno analizzate le diverse componenti che determinano un’ottimale performance delle stesse, così come una progressione sequenziale per il loro miglioramento.

Il secondo giorno si incentrerà invece sullo sviluppo della capacità aerobica. Verranno analizzate e approfondite componenti chiave quali la Repeated Sprint Ability (RSA), la Maximal Aerobic Speed (MAS) e verrà spiegato con dimostrazioni e larghe sessioni pratiche come implementare tali abilità.

La programmazione di interventi, tra cui l’High Intensity Interval Training (HIIT), saranno di conseguenza implementati in un programma esaustivo in accordo con la valutazione effettuata dal professionista.

In questo corso di 2 giorni sarà presentato il modello di classificazione bio-psico-sociale per la valutazione ed il trattamento del mal di schiena cronico. All’interno di questo approccio verrà presentato un tipo di gestione definito “Cognitive Functional Therapy” (CFT) per il mal di schiena cronico che rappresenta un modello di gestione di problemi complessi tramite un approccio integrato cognitivo e comportamentale dello stile di vita.

Questo corso è il ritratto della conoscenza attuale che unisce il continuo lavoro clinico di Peter O’Sullivan e della sua pionieristica ricerca portata avanti in tutto il mondo (Australia, Belgio, Norvegia e Irlanda) volta ad indagare la classificazione e la gestione dei problemi cronici di mal di schiena.

Il corso è organizzato secondo una struttura dinamica, interattiva, e pratica. Include dimostrazioni su pazienti, ragionamento clinico e sviluppo dell’equipe riabilitativa nella diagnosi e nel disegno di interventi specifici di CFT.

Il corso è organizzato appositamente per percorrere l’intero processo di riabilitazione dal momento dell’infortunio al ritorno alla prestazione e oltre.
NON è concepito come un ricettario. Questo corso mira a migliorare il processo decisionale clinico in tutte le fasi del percorso di riabilitazione. Useremo esempi del mondo reale dalla nostra pratica clinica e prove scientificamente validate per aiutarti a sviluppare un ragionamento clinico da esperto da applicare a tutti i tuoi pazienti con lesioni del LCA, compresi i casi più complicati.
NON sarà la “morte” su PowerPoint. Ci saranno parti pratiche utilizzate per costruire sulla base teorica del corso e parti pratiche per l’applicazione dei concetti di forza e condizionamento. Questo corso è progettato per chiunque tratti le lesioni del LCA e desideri migliorare i risultati dei propri pazienti dal giorno successivo in clinica.

Questo corso sull’anca è volutamente accessibile a tutti gli operatori sanitari che desiderano sviluppare la propria comprensione e le proprie competenze quando si tratta di valutazione e trattamento dell’anca e delle problematiche dell’inguine. La regione dell’anca può essere un’area piuttosto scoraggiante da affrontare, specialmente quando ci si è appena qualificati o anche se non si ha avuto tanta esperienza con questi pazienti. Lo scopo di questo corso è di liberarsi completamente di quell’ansia. Il corso ti aiuterà a sviluppare le tue capacità di ragionamento clinico per valutare e trattare questi pazienti ma, cosa più importante, migliorerà anche la tua capacità di consolidare la tua valutazione soggettiva.
Inoltre, il corso includerà casi di studio reali ed esercizi di riabilitazione che potranno essere applicati da tutti i partecipanti nelle loro cliniche quotidiane già dal giorno successivo.

Il Concetto Maitland® si basa su una valutazione dettagliata dei disturbi neuro-muscolo-scheletrici; il processo della valutazione continua permette all’operatore di avere sempre il controllo sul risultato delle tecniche applicate.
Oltre alle articolazioni e alle fasce muscolari, il Concetto Maitland® dà importanza a tutti gli aspetti che riguardano la funzionalità del sistema nervoso periferico e centrale.
Queste considerazioni basate sulle più attuali conoscenze neurobiologiche e neurodinamiche inserite in un modello biopsicosociale rendono questa metodica uno dei concetti più all’avanguardia.

Questa giornata formativa fornirà le conoscenze e le competenze essenziali riguardo le
disfunzioni del pavimento pelvico negli atleti. L’obiettivo principale è quello di ampliare la
propria formazione in ambito muscoloscheletrico/sportivo integrandola con le più
aggiornate acquisizioni scientifiche riguardo il pavimento pelvico per una più consapevole
e aggiornata presa in carico dell’atleta.

I disordini temporomandibolari e le cefalee rappresentano disturbi multifattoriali particolarmente invalidanti. La loro natura multifattoriale richiede un approccio interdisciplinare in cui il fisioterapista riveste un ruolo fondamentale nella gestione di tutti quegli aspetti muscoloscheletrici e psicosociali che possono essere all’origine o partecipare ai sintomi riportati dal paziente. Diverse ricerche hanno dimostrato l’efficacia di programmi terapeutici basati su terapia manuale, esercizio terapeutico ed educazione del paziente nella gestione di questi quadri clinici. Questo corso, partendo dalle più recenti evidenze scientifiche, vuole proporre un approccio immediato ed efficace basato su criteri di classificazione internazionale, e in grado di indirizzare il professionista al miglior inquadramento e trattamento del paziente.

Questo corso fornisce un approfondimento sulle scienze che si occupano di dolore ed in particolare di dolore cronico, rivolgendosi ad un pubblico che abbia già delle basi riguardo l’argomento. Partendo dalla teoria dei meccanismi neurofisiologici che regolano il dolore, arriveremo all’utilizzo di strategie terapeutiche per comprendere e trattare i pazienti attraverso una acquisizione pratica di tecniche, comunicative e non, con le quali interfacciarsi alle varie situazioni: dai pazienti con dolore acuto fino a contesti più complessi come la fibromialgia.

Il corso ha l’obiettivo principale di far acquisire tecniche e strumenti pratici per creare una relazione efficace tra professionista e paziente. Ovvero la capacità di utilizzare strategie comunicative e relazionali che ottimizzino le aspettative del paziente, ma anche la compliance e quindi i risultati del trattamento stesso. Si intende raggiungere questo obiettivo attraverso una video analisi accurata di una prima visita tipo e di una qualsiasi visita successiva, associando all’intervento della psicoterapeuta, delle sessioni teoriche e pratiche tenute da fisioterapisti OMPT dello staff di Hdemy.

Il corso affronterà la teoria, la valutazione e la programmazione di interventi efficaci per lo sviluppo di accelerazione, agilità e velocità.

Nello svolgimento della prima giornata verranno analizzate le diverse componenti che determinano un’ottimale performance delle stesse, così come una progressione sequenziale per il loro miglioramento.

Il secondo giorno si incentrerà invece sullo sviluppo della capacità aerobica. Verranno analizzate e approfondite componenti chiave quali la Repeated Sprint Ability (RSA), la Maximal Aerobic Speed (MAS) e verrà spiegato con dimostrazioni e larghe sessioni pratiche come implementare tali abilità.

La programmazione di interventi, tra cui l’High Intensity Interval Training (HIIT), saranno di conseguenza implementati in un programma esaustivo in accordo con la valutazione effettuata dal professionista.

Il corso è organizzato appositamente per percorrere l’intero processo di riabilitazione dal momento dell’infortunio al ritorno alla prestazione e oltre.
NON è concepito come un ricettario. Questo corso mira a migliorare il processo decisionale clinico in tutte le fasi del percorso di riabilitazione. Useremo esempi del mondo reale dalla nostra pratica clinica e prove scientificamente validate per aiutarti a sviluppare un ragionamento clinico da esperto da applicare a tutti i tuoi pazienti con lesioni del LCA, compresi i casi più complicati.
NON sarà la “morte” su PowerPoint. Ci saranno parti pratiche utilizzate per costruire sulla base teorica del corso e parti pratiche per l’applicazione dei concetti di forza e condizionamento. Questo corso è progettato per chiunque tratti le lesioni del LCA e desideri migliorare i risultati dei propri pazienti dal giorno successivo in clinica.

Questo corso sull’anca è volutamente accessibile a tutti gli operatori sanitari che desiderano sviluppare la propria comprensione e le proprie competenze quando si tratta di valutazione e trattamento dell’anca e delle problematiche dell’inguine. La regione dell’anca può essere un’area piuttosto scoraggiante da affrontare, specialmente quando ci si è appena qualificati o anche se non si ha avuto tanta esperienza con questi pazienti. Lo scopo di questo corso è di liberarsi completamente di quell’ansia. Il corso ti aiuterà a sviluppare le tue capacità di ragionamento clinico per valutare e trattare questi pazienti ma, cosa più importante, migliorerà anche la tua capacità di consolidare la tua valutazione soggettiva.
Inoltre, il corso includerà casi di studio reali ed esercizi di riabilitazione che potranno essere applicati da tutti i partecipanti nelle loro cliniche quotidiane già dal giorno successivo.

Questo corso di due giorni copre le basi che sottendono lo sviluppo di forza e potenza. Inoltre un’attenta analisi tecnica volta a valutare le asimmetrie degli arti inferiori (in termini di forza e potenza) e la meccanica dello stretch-shortening cycle, così come le implicazioni per la performance, saranno esaustivamente spiegate. Il partecipante sarà guidato al superamento delle difficoltà nella prescrizione dell’esercizio e dell’allenamento secondo le più aggiornate ricerche scientifiche. Questo permetterà un’espansione delle competenze riabilitative per assicurare il più efficiente ritorno alla piena performance.

Volete sapere come gestire e trattare atleti e runner? Se state cercando come migliorare le vostre capacità e come attirare nuovi clienti/pazienti, siete arrivati alla conclusione della vostra ricerca! Il corso “Nuovi orientamenti nella prevenzione e gestione degli infortuni del runner” è stato pensato appositamente per voi! Un corso che ha già girato tutti e cinque i continenti rivoluzionando la mentalità di moltissimi professionisti. Dalla valutazione al trattamento, passando attraverso l’analisi biomeccanica e la classificazione e prescrizione delle scarpe, senza dimenticare i principi della pianificazione dell’allenamento.

Una formazione pratica di 2 giorni, complementare al nostro corso 1.0, presenta concetti evidence-based sulla gestione del carico nei runner, compreso il rinforzo muscolare, la propriocezione e il controllo motorio degli arti inferiori.
La formazione 1.0 è un prerequisito essenziale per partecipare
Saranno presentati oltre 100 esercizi terapeutici frutto delle più recenti ricerche, molte strategie pratiche e molteplici nuove idee per gestire al meglio i tuoi pazienti runner.

Questo corso pratico di un giorno, complementare al corso “1.0 Nuovi orientamenti nella prevenzione degli infortuni associati alla corsa” e’ tenuto in coppia da un podologo/podiatra e da un fisioterapista. Con lo scopo di indagare e conoscere al meglio la gestione specifica del piede di un atleta, questo corso è strutturato su solide basi scientifiche e continue interazioni. Imparerai a padroneggiare le migliori e più recenti pratiche per ottimizzare la valutazione, la gestione e la prevenzione di oltre 60 patologie del piede, sul campo cosi’ come in ambulatorio. Gli scambi interdisciplinari animeranno questo corso: gestione e la cura del piede del runner, scelta e miglioramento di alcune caratteristiche delle scarpe in funzione delle patologie, uso appropriato e ragionato dei plantari,…
La formazione 1.0 è un prerequisito essenziale per partecipare

Il corso affronterà la teoria, la valutazione e la programmazione di interventi efficaci per lo sviluppo di accelerazione, agilità e velocità.

Nello svolgimento della prima giornata verranno analizzate le diverse componenti che determinano un’ottimale performance delle stesse, così come una progressione sequenziale per il loro miglioramento.

Il secondo giorno si incentrerà invece sullo sviluppo della capacità aerobica. Verranno analizzate e approfondite componenti chiave quali la Repeated Sprint Ability (RSA), la Maximal Aerobic Speed (MAS) e verrà spiegato con dimostrazioni e larghe sessioni pratiche come implementare tali abilità.

La programmazione di interventi, tra cui l’High Intensity Interval Training (HIIT), saranno di conseguenza implementati in un programma esaustivo in accordo con la valutazione effettuata dal professionista.